Ricerca Avviata

Giorno della Memoria

Pubblicato in data: 27 gen 2024
Ultima Revisione in data: 27 gen 2024

Com’è noto il 27 gennaio - data in cui nel 1945 alle ore 11,54, le truppe alleate abbatterono i cancelli liberando il campo di sterminio di Auschwitz - ricorre il “Giorno della Memoria”, istituito dal Parlamento Italiano con la legge n. 211 del 20 luglio 2000, al fine di ricordare la Shoah e rendere omaggio alle numerose vittime, nonché ai “Giusti” ,ossia a tutti coloro che, a rischio della propria vita, si sono opposti al folle progetto di sterminio personificando una nota di speranza e umanità in tutto quell’orrore.
La legge prevede che, in tale occasione, siano attivate iniziative, in modo particolare nelle scuole, volte ad analizzare le circostanze che hanno dato avvio ad uno dei periodi più oscuri della storia dell’Europa e ad approfondire gli eventi che ne hanno segnato il tragico sviluppo affinché ne venga conservata la memoria.
La trasmissione della memoria fra le generazioni è infatti un dovere morale a cui la scuola non può in alcun modo sottrarsi, tanto più in un’epoca come quella attuale caratterizzata da rapida evoluzione che, modificando profondamente la società e le relazioni umane, mette a rischio il senso della storia e la coscienza collettiva.
Il “Giorno della Memoria”, perciò, nella convinzione che la memoria possa essere un valido strumento per salvare l’uomo dalla “banalità del male”, deve costituire un momento collettivo di autentica compartecipazione e di attenta riflessione sulla “notte della ragione” che ha prodotto e,come la storia insegna,potrebbe sempre produrre “mostri” …